mastoplastica additiva
  • 45
  • 0

Mastoplatica Additiva: il seno che vorrei ….alto, tondo, a goccia, morbido, naturale, caldo, piccolo, grande..

Son tante le donne che si ripromettono di trascorrere gli ultimi giorni con il push up. La decisione però diviene sempre più complicata, influenzata dalle tante mode sulle tecniche operatorie ed ancor di più dalle tante protesi che continuano a nascere su un mercato florido.

L’unica scelta davvero importante è quella dello Specialista in Chirurgia Plastica al quale affidarsi totalmente.

Interventi Mastoplastica Additiva

L’intervento di mastoplastica si divide in tre gruppi:

  1. Sottomuscolo
  2. Sotto ghiandola 
  3. Dual plane 

Ogni tecnica ha i suoi vantaggi e svantaggi valutati in relazione al singolo caso. Un chirurgo deve essere in grado di eseguire le diverse tecniche indipendentemente dalla moda ma in funzione dell’esperienza .

Protesi per Mastoplastica Additiva

Analogo discorso sulle protesi che si distinguono per forma e materiale per la mastoplastica additiva:

  1. Tonde o a Goccia
  2. In silicone o in Poliuretano
  3. Lisce o Testurizzate .

Tecniche di Mastoplastica Additiva

Le variabili indurranno lo specialista a scegliere la tecnica più adatta con la protesi che meglio si adatta ad una conformazione anatomica di base della paziente. Per tale motivo mi viene da sorridere se si riparla di Dual PLANE come l’intervento migliore o ancor peggio di Mastoplastica additiva SMART che non vuol dire nulla.

Secondo la moda del momento la mastoplastica additiva sotto ghiandola viene definita Smart perché può essere eseguita in anestesia locale. Trovo paradossale parlare di interventi in Chirurgia Estetica eseguiti ancora in anestesia totale.

Presso il mio day surgery eseguo in anestesia locale quasi tutti gli interventi ed in particolare le mastoplastiche additive risultano rapidi con un post operatorio poco traumatico, indipendentemente dalla tecnica utilizzata .

Quindi per me è tutto SMART.

Alcune considerazioni sulla Mastoplatica Additiva

Le tecniche di anestesia hanno raggiunto un grado di elevata sicurezza, dando l’opportunità a noi chirurghi di lavorare con anestesie locali per la maggior parte degli interventi, così da poter ridurre i rischi e rendere il post operatorio più semplice.

SMART mastoplastica è solo uno dei tanti aggettivi fuorvianti che vengono utilizzati in Estetica Medica per ottenere maggiori consensi sui pazienti, alla stessa maniera accade per Liposcultura che non capisco perché dovrebbe essere diversa da Liposuzione ed il Mini Lifting sembra un lifting per metà, mentre rinoscultura ha un valore in più alla rinoplastica.

Sostantivi e aggettivi che lasciano immaginare grandi miglioramenti delle tecniche operatorie, ma in realtà sono solo più altisonanti . I miglioramenti rispetto ad una tecnica di base non possono essere definiti innovazione:

Sono semplicemente la capacità del chirurgo di operare per dare il risultato migliore con il minimo dei fastidi.

Ciò non rende nessuno di noi innovativo.

Siamo operatori che cercano di dare il massimo tutte le volte che si ritrovano in camera operatoria .

Presso la mia struttura si eseguono praticamente tutti gli interventi in day hospital grazie alla stretta collaborazione di una equipe stabile e collaudata oramai da decine di anni capace di interpretare l’esigenza del paziente e dell’operazione .

Così il paziente può rapidamente tornare a casa e soprattutto i rischi dell’anestesia praticamente si azzerano .

Nella vita c’è’ bisogno di distinguere tra Smart sinonimo di furbo e Clever ovvero intelligente capace di utilizzare le armi che possiede nel modo migliore.

Perciò spero di non eseguire mai un intervento SMART come invece troppo spesso sento soprattutto in giovani colleghi.

L’esperienza è l’unico elemento che rende un intervento più rapido e meno traumatico e non è etico definire Smart qualsiasi intervento.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Apri chat
Hai bisogno di aiuto?
Salve!
Come possiamo aiutarti?